23
Gen2019

Le banche dati investigative: l’importanza del Detective

Le banche dati sono importanti perché forniscono informazioni ufficiali. Le stesse daranno prova di quanto riportato dall’investigatore nel report che consegnerà al cliente.

Ma i singoli dati sono sufficienti?

No di certo!

Anzi, essi costituiscono il 20% del lavoro dell’investigatore. Tutto il resto è ragionamento e analisi.

Tenete sempre presente un assunto di base: non sempre quanto riportato sui documenti ufficiali corrisponde alla realtà dei fatti.

Provate a pensarci: a cosa servirebbe un investigatore altrimenti? Se i dati presenti sulle schede ufficiali corrispondessero sempre alla realtà, il cliente non si rivolgerebbe a un detective chiedendogli di svolgere indagini, spendendo grosse cifre. Si limiterebbe ad estrapolare le schede per pochi euro e a leggerne il contenuto.

Ma la realtà è ben diversa. Ciascun imprenditore, servendosi degli artifizi più disparati, può manipolare la realtà rappresentandola in modo artefatto nei documenti ufficiali. Stiamo parlando logicamente di imprenditori disonesti.

Un esempio su tutti: sulle visure camerali delle società è presente una sezione dedicata all’oggetto sociale. Questi non è altro che l’attività svolta dall’azienda cui avete richiesto la visura. Capiterà spesso di leggere attività che non corrispondono assolutamente alla realtà dei fatti. Diverse società millantano infatti un oggetto sociale ampio, all’interno del quale dichiarano di svolgere le più disparate attività commerciali. In realtà queste aziende sono attive in un unico settore e, d’accordo con il commercialista, gonfiano l’oggetto sociale semplicemente per dedurre dal reddito più spese possibili (cioè quelle inerenti alle fantomatiche attività descritte nell’oggetto sociale, attività appunto soltanto scritte e non realmente svolte) per pagare meno tasse. E questo artificio è addirittura legale in Italia! Pensate quando vi parlerò di illegalità! 😉

Sappiate che la maggior parte dei “trucchetti” commerciali vengono messi in atto da imprenditori disonesti servendosi di prestanome, amici o parenti consenzienti, oppure pagando “mazzette” a determinati professionisti, i quali per certe cifre sono ben contenti di assumersi la responsabilità (e con essa i rischi) qualora qualcosa andasse storto.

Altra capacità del detective, non meno importante, è saper leggere la storia raccontata dai dati ufficiali.

Ebbene sì, ogni dato estrapolato racconta una storia e, soltanto incrociando i vari elementi a disposizione, l’investigatore potrà giungere a una conclusione.

Il dato in sé è importante ma non assume valore se abbandonato a se stesso. L’insieme di dati e la loro giusta lettura e analisi sarà il valore aggiunto di un report investigativo, rispetto a un qualsiasi report di informazioni commerciali.

Discutendo con i miei collaboratori dico sempre che la vera capacità del detective è quella di immaginarsi una storia o “vedere” una scena semplicemente leggendo un dato specifico.

Per fare un esempio: leggendo un bilancio di una società attiva nel commercio al dettaglio di autovetture alla voce delle “rimanenze” si legge:
– rimanenze: € 35.000,00
Ecco che già mi immagino una concessionaria con un’auto invenduta che verrà proposta come un “km 0” il prossimo anno.

E’ un esempio divertente, ma rende l’idea. Da una semplice voce di bilancio l’investigatore riesce ad estrapolare un’immagine: così facendo riuscirà ad immergersi totalmente nella realtà che sta indagando e sarà in grado di farsi un’idea della stessa ancor prima di recarsi sul posto.

Altro esempio: Estrapolando dati sul passato di un imprenditore si nota che lo stesso è stato amministratore unico di nr. 7 società in liquidazione. E’ sicuramente un truffatore che chiude ditte per non pagare i fornitori. Oppure un prestanome di professione.

Le banche dati sono fondamentali per ricavare notizie ufficiali, ma il lavoro non termina con la loro acquisizione. Anzi la raccolta dei dati è solo la fase iniziale. Da lì il detective parte con i ragionamenti e con le deduzioni, che costituiscono gli elementi principali di una seria analisi investigativa.

Rimarrete sorpresi da quanto riuscirete a dedurre semplicemente leggendo alcune voci presenti nei documenti.

Vi guiderò passo passo in questo fantastico universo, illustrandovi le peculiarità di ogni banca-dati e tutto ciò che si può estrapolare da essa. Vi insegnerò ad ottenere documenti e certificati e a ragionare come veri investigatori, analizzando e incrociando i dati.

Dalla prossima settimana cominceremo con l’universo imprese della camera di commercio. Non perdetevi l’articolo! 😉

Leave your comment

Please enter your name.
Please enter comment.

Il Blog del Detective

Un blog che si rivolge a tutti gli appassionati di questo affascinante universo. Dedicato soprattutto a coloro che intendono seriamente intraprendere la professione di detective e farne uno stile di vita.

Leggi il nostro articolo di benvenuto
Clicca qui →

Ultimi articoli