15
Gen2019

Una breve storia delle banche dati investigative

Per ottenere le informazioni di cui abbiamo parlato nel primo articolo sulle banche dati, una volta era necessario presentarsi di persona presso gli uffici pubblici. Grazie all’avvento della digitalizzazione, oggi sono sufficienti un paio di clic su internet.

Inutile dire che, grazie alla tecnologia, il detective ha acquisito vantaggi enormi: se prima necessitava di un documento riguardante un soggetto residente a Napoli doveva appoggiarsi a qualche agenzia investigativa della zona, oppure partire per la città partenopea 😉 Se gli serviva un qualsiasi documento, niente poteva evitargli code e lunghi tempi di attesa presso gli sportelli comunali.

Insomma era molto impegnativo! Oggi le cose vanno meglio, ma non è tutto oro quello che luccica.

Un tempo, proprio perché doveva recarsi di persona presso i vari uffici, l’investigatore aveva un’arma in più: il rapporto personale!

Non dimenticate che dietro a ogni sportello si nasconde una persona, con tutte le sue debolezze e i suoi sentimenti: insomma avete capito dove voglio arrivare.

Ogni sportellista poteva essere “persuaso” o “convinto”, con la gentilezza, con l’empatia e con tutte le tecniche che vi ho insegnato in questo blog, a fornirvi della documentazione aggiuntiva o a sbirciare in altre schede giusto per avere qualche informazione supplementare, in modo confidenziale. Oggi non è più possibile (beh non proprio, diciamo che esistono minori opportunità).

Ogni ufficio è stato digitalizzato: se avete bisogno di una visura camerale basterà iscrivervi al portale della CCIAA e potrete ottenere il documento in pochi secondi, comodamente seduti da casa vostra. Se richiedete una targa, potete ottenerla con un clic dal portale dell’ACI e così via.

Abbiamo fatto passi da gigante, non c’è che dire!

E lo sviluppo della tecnologia non si è fermato: nel tempo sono nati portali ad hoc che racchiudono in sé gli archivi dei principali uffici comunali italiani. Sto dicendo che sarà sufficiente l’iscrizione a uno di questi portali per poter accedere, da un’unica piattaforma, agli archivi ACI, CATASTO, CCIAA, ecc. Comodo no?

Uno dei più famosi è FEDERPOL LEXTEL: da qui si può accedere a qualsiasi documento ufficiale ed è aperto a tutti. Trattasi logicamente di servizi a pagamento, che hanno però di gran lunga semplificato la vita di noi investigatori.

Un discorso a parte merita l’anagrafe. Ad oggi non è ancora possibile per gli investigatori ottenere i certificati anagrafici con un clic. Sarà necessario, come una volta, recarsi sul posto personalmente, in alternativa appoggiarsi a qualche conoscente della zona.

Esistono alcune categorie di soggetti cui è permesso ottenere i certificati da uno specifico portale, come gli avvocati, ma solo per il comune ove è ubicato l’ufficio (e solo per alcuni comuni per giunta).

Disponibili anche i servizi on-line di alcuni grandi comuni italiani (Milano ne è un esempio) ma usufruibili solo dai residenti e solo per i certificati registrati presso quello specifico comune.

Insomma, per l’anagrafe ancora non esiste un grande archivio nazionale computerizzato e nemmeno si ha la speranza di vederlo nel breve. Pertanto se desiderate ottenere un certificato dovrete necessariamente fare la coda allo sportello.

In realtà c’è un’alternativa: il sito TUTTOVISURE.IT fornisce questa tipologia di servizio. Se abitate a Milano e necessitate di un certificato di una persona residente a Napoli potrete utilizzare il loro portale per ottenerlo. Sappiate che i costi sono ancora elevati (oltre alla marca da bollo, necessaria per qualsiasi certificato, dovrete pagare anche il personale di Tuttovisure, sguinzagliato nei vari uffici anagrafici per ottenere la documentazione) e i tempi d’attesa tremendamente lunghi, soprattutto per quanto riguarda i certificati storici.

Bene! Ora avete un’idea di dove recuperare alcuni documenti. Ovviamente non ci fermeremo qui. Rimanete aggiornati. Nei prossimi articoli spulceremo tutte le banche dati investigative e vedremo come recuperare informazioni da ognuna di esse.

Leave your comment

Please enter your name.
Please enter comment.

Il Blog del Detective

Un blog che si rivolge a tutti gli appassionati di questo affascinante universo. Dedicato soprattutto a coloro che intendono seriamente intraprendere la professione di detective e farne uno stile di vita.

Leggi il nostro articolo di benvenuto
Clicca qui →

Ultimi articoli