16
Set2019

I certificati anagrafici

Ecco i tipi di certificati che puoi richiedere. Sappi che per richiederli senza problemi è necessario possedere i dati anagrafici completi del soggetto (quindi NOME, COGNOME, DATA E LUOGO DI NASCITA, in alternativa il CODICE FISCALE). Qualora ti mancasse qualche informazione sarà comunque possibile ottenere i certificati, ma in questo caso subentrano l’ingegno, l’empatia e l’esperienza. Non preoccuparti, ti insegnerò tutto nei prossimi articoli, proponendoti anche esempi reali.

Tutti i certificati sono ottenibili pagando apposita marca da bollo + diritti di segreteria (circa € 16,56 in tutto).

  • CERTIFICATO DI RESIDENZA: esso attesta la residenza di un determinato soggetto nel comune dove stai richiedendo il certificato. Il documento riporterà la data d’inizio della residenza in quel comune, la via e il numero civico ove il soggetto ha eletto residenza.
  • CERTIFICATO DI STATO DI FAMIGLIA: indica da chi è composta la famiglia del soggetto, con tanto di dati anagrafici dei soggetti che compongono il nucleo familiare.
  • CERTIFICATO CONTESTUALE (residenza/famiglia/stato civile): al medesimo prezzo puoi richiedere un documento che riassuma la residenza, la composizione del nucleo familiare e lo stato civile di un determinato soggetto. In alcuni comuni questo documento segnala persino la data di matrimonio del soggetto (non però il nome del coniuge, a meno che questi non sia presente all’interno del nucleo familiare).
  • CERTIFICATO DI TRASFERIMENTO: qualora lo sportellista ti dicesse che il soggetto non risiede ad oggi in quel comune significa che egli si è trasferito. Ecco che puoi richiedere il certificato di trasferimento, il quale attesta dove il soggetto sia emigrato. Il documento segnalerà soltanto il comune di trasferimento, non quindi la via e il numero civico: per ottenere queste informazioni dovrai pertanto recarti all’anagrafe del comune indicato sul certificato ed effettuare una nuova ricerca.

Se lo sportellista ti dice che il soggetto non è MAI stato residente in quel comune, allora non potrai fare nulla (avrai semplicemente ottenuto l’informazione che il soggetto non ha mai eletto residenza nel suddetto comune, pertanto qualunque notizia che ti abbia spinto a richiedere info in quel comune specifico è falsa. Attenzione però: il fatto che un soggetto non abbia mai eletto residenza non significa che non ci abbia abitato).

I successivi certificati invece sono ottenibili solo su prenotazione, in quanto richiedono una ricerca negli archivi storici del comune. Essi saranno disponibili, solitamente, a una trentina di giorni dalla richiesta.

  • CERTIFICATO STORICO DI RESIDENZA: attesta la residenza di un soggetto in quel comune a una data specifica (sempre che a quella data il soggetto fosse residente nel comune ove fai la richiesta). Per fare un esempio, se ti stai domandando: “in che via abitava il soggetto nell’agosto del 1972?”, ecco che puoi richiedere il certificato storico di residenza, che ti renderà edotto su questa specifica informazione. Di solito, prima di fare una ricerca del genere, ti sarai già assicurato tramite altre fonti che nel 1972 il soggetto fosse residente in quello specifico comune.

Una particolarità per questo tipo di certificato riguarda i comuni di Milano e Roma: nelle suddette anagrafi che, come immaginerai, contengono una mole di dati impressionanti, è possibile richiedere lo storico anagrafico non solo di un determinato periodo (quindi a una certa data), ma DA UN DETERMINATO PERIODO STORICO IN POI. Quindi potrai ottenere, in un unico certificato, tutti gli spostamenti anagrafici all’interno di quel comune di un soggetto da una determinata data sino ad oggi (oppure sino alla data di trasferimento).

  • CERTIFICATO STORICO DI FAMIGLIA: attesta la composizione della famiglia di un soggetto in un determinato momento storico. Per tanto se ti stai chiedendo: “com’era composta la famiglia del soggetto nell’agosto del 1972?”, ecco che puoi richiedere questo tipo di certificato, che ti fornirà la risposta, sempre accertandoti in precedenza che, quell’anno, il soggetto fosse residente in quel comune.

Anche in questo caso, i comuni di Milano e Roma presentano la medesima peculiarità di cui sopra: qui potrai richiedere un documento contenente tutte le modifiche avvenute all’interno del nucleo familiare di un soggetto (residente in quel comune) da una certa data in poi.

Leave your comment

Please enter your name.
Please enter comment.

Il Blog del Detective

Un blog che si rivolge a tutti gli appassionati di questo affascinante universo. Dedicato soprattutto a coloro che intendono seriamente intraprendere la professione di detective e farne uno stile di vita.

Leggi il nostro articolo di benvenuto
Clicca qui →

Ultimi articoli