20
Mar2018

Fotografare di nascosto

Eccoci all’appuntamento più importante della fotografia investigativa. Potete conoscere tutte le tecniche fotografiche, potete essere esperti sui meccanismi interni del sensore o essere maestri nell’ottenere una corretta esposizione.

ma non sarete mai investigatori se non sapete fotografare di nascosto!

Come accennato più volte, priorità del detective è quella di non essere individuati, sia dal proprio sorvegliato, sia da tutti gli altri.

Dal momento che l’obiettivo finale dell’intero servizio sarà immortalare, attraverso una fotografia, gli istanti cruciali di un’investigazione, dovrete riuscire a farlo senza essere visti da nessuno.

Vediamo quali sono le tecniche che utilizzo da anni e che ancora oggi mi fruttano grandi risultati.

Prima però una piccola premessa. Come per tutte le cose, anche per fotografare di nascosto è FONDAMENTALE esercitarsi!

Dico sempre ai miei collaboratori di non effettuare prove soltanto durante l’orario lavorativo, ma di impratichirsi anche a casa nei momenti di pausa finché non hanno acquisito esperienza.

Se siete novelli detective, esercitatevi davanti allo specchio di casa vostra, durante i week-end o le uscite con gli amici, l’importante è che lo facciate!

Senza esercizio l’esperienza non arriverà mai e non diverrete provetti detective.

Alcune delle tecniche illustrate sotto, sono state suggerite proprio dai miei collaboratori più scrupolosi. Non disdegno mai di imparare anche da chi ha meno esperienza di me.

Andiamo a vederle allora, una per una.

LA DIFESA PRIMA DELL’ATTACCO

Ho ripetuto fino allo sfinimento che la prima regola del detective è quella di pensare alla difesa prima che all’attacco. Dovete essere come dei cecchini e, prima di puntare la preda, accertatevi di “essere al sicuro”, quindi di non essere visti da nessuno.

Prima di imparare a fotografare di nascosto, dovete eseguire poche e semplici azioni base:

  • eliminate qualsiasi suono udibile dalla vostra camera, compreso il segnale di messa a fuoco.
  • eliminate qualsiasi luce proveniente dalla vostra macchina fotografica, compreso l’AI servo.

Ora potete imparare a scattare di nascosto.

Ecco, elencate di seguito, le migliori tecniche per scattare fotografie senza essere notati:

TECNICA DELLO STIRACCHIAMENTO

Sollevate il braccio sinistro, se siete destrimani, e distendetelo in orizzontale all’altezza degli occhi. Reggete la camera con la mano destra e nascondetela alla vista degli altri servendovi del braccio sinistro disteso, che dovrebbe coprire quasi interamente la fotocamera. Guardate attraverso lo schermo lcd oppure attraverso il mirino e scattate la fotografia. Simulate con il volto stanchezza o noia. I passanti crederanno che vi state semplicemente stiracchiando

APPOGGIO SUL VOSTRO COLLEGA

Ogni parte del corpo del vostro collega è buona per scattare fotografie di nascosto. Potete ad esempio appoggiare la camera sulla spalla del vostro compagno, posto frontalmente a voi e mimare una conversazione, coprendo parzialmente la camera con la mano che userete per scattare.

Potete appoggiare la macchina fotografica sul fianco del vostro compagno imitando una pacca amichevole e, nel frattempo, scattare la fotografia, servendovi necessariamente dello schermo lcd.

APPOGGIO A PARTI DELL’AUTOVETTURA

L’auto che utilizzate non è utile soltanto per pedinare. Ogni componente del vostro veicolo può servire come ausilio per nascondere parzialmente la camera agli occhi dei curiosi.

Potete utilizzare la parte superiore dei sedili anteriori, sedendovi dietro.

Se siete davanti utilizzate la parte superiore del volante, la parte inferiore del parasole, oppure il cruscotto, coprendo la camera con un indumento qualsiasi. Da una certa distanza, se siete bravi e veloci, i passanti non noteranno la macchina fotografica. E’ per tale motivo che consiglio una fotocamera scura, la stessa si mimetizzerà meglio al “buio” dell’abitacolo.

UTILIZZO DI STRUMENTI PARTICOLARI

Spesso conviene utilizzare strumenti costruiti ad hoc per nascondere l’apparecchio fotografico. Tali congegni non si trovano commercio presso la grande distribuzione. Tutto dipende dalla vostra inventiva e dalla vostra voglia di ingegnarvi. In questo mestiere dovete diventare artigiani di voi stessi.

In passato modificai una scatola per le scarpe, ottenendo un congegno di videosorveglianza, semplicemente servendomi di forbici, vernice, qualche lastra di plexiglass e uno specchio.

LA TECNICA DEL BORSELLO

E’ una tecnica potentissima. Vi dico solo che non esiste un collaboratore della mia agenzia che non la utilizzi. Ma è troppo bella, perciò ve la spiego in un futuro articolo 😉

Leave your comment

Please enter your name.
Please enter comment.

Il Blog del Detective

Un blog che si rivolge a tutti gli appassionati di questo affascinante universo. Dedicato soprattutto a coloro che intendono seriamente intraprendere la professione di detective e farne uno stile di vita.

Leggi il nostro articolo di benvenuto
Clicca qui →

Ultimi articoli