21
Mar2017
Aenigma Investigazioni

Il blog del detective: benvenuti!

Un caloroso benvenuto a tutti gli appassionati di investigazioni.
Innanzitutto una breve presentazione. Chi scrive è il titolare di un’agenzia investigativa del territorio di Milano.

Mi chiamo Andrea Frighi e sono attratto dal mondo delle investigazioni fin da quando avevo 8 anni. Ho indirizzato tutta la mia vita verso un unico obiettivo: diventare un investigatore privato titolare di istituto. Ho sacrificato tempo e denaro ma alla fine, guidato dalla passione e dall’impegno, ho coronato il mio sogno a soli 30 anni. Per diverso tempo sono stato impiegato come collaboratore esterno, ho imparato i trucchi del mestiere sul campo e spesso ho sperimentato tecniche di mia invenzione che sono state accolte come innovative dai titolari degli istituti presso i quali ho prestato servizio.

Il blog si rivolge a tutti gli appassionati di questo affascinante universo, ma è dedicato soprattutto a coloro che intendono seriamente intraprendere la professione di detective e farne uno stile di vita. Lo stesso tornerà utile anche agli addetti ai lavori, i quali potranno trovare nei prossimi articoli diversi spunti di riflessione.

Non è da tutti diventare investigatore privato. Sono necessarie una buona dose di intuito nonché una resistenza fisica e psicologica sopra la media. Inoltre lo studio e l’aggiornamento sulla legislazione del settore sono fondamentali se si vuole riuscire in questa professione, soprattutto se l’obiettivo è quello di diventare titolari di agenzia. Infine è necessario possedere una buona capacità imprenditoriale, acquisibile comunque con l’esperienza.
Sono convinto che chiunque sia in grado di fare qualsiasi cosa se soltanto lo volesse, tuttavia non ritengo adatti a questo mestiere coloro che, non trovando impieghi in altri settori, cercano di racimolare uno stipendio collaborando a tempo perso per qualche agenzia, senza un obiettivo a lungo termine, senza una passione di fondo.

Essere investigatori privati è uno stile di vita. Significa tenersi in forma dal punto di vista fisico (niente di trascendentale, ma tenere il proprio corpo in buona salute è doveroso) e dal punto di vista mentale, essere pronti a lavorare anche 15 ore al giorno per un mese consecutivo oppure pedinare qualcuno per due giorni di fila senza sosta. Significa essere consapevoli della possibilità di rinunciare al week-end con la fidanzata o di rimandare un appuntamento con gli amici soltanto perché il Cliente vi ha contattato un’ora prima per affidarvi un nuovo incarico. Significa possedere una cultura generale sopra la media e non arrendersi mai di fronte alle difficoltà imposte da un’indagine particolarmente complessa o da una fonte ostile, significa perseverare.

Seguivo un uomo per conto di un’azienda edile del milanese durante un servizio di infedeltà aziendale. L’individuo usufruiva del permesso per malattia in diversi periodi dell’anno anche per settimane consecutive e il mio Cliente sospettava svolgesse una seconda attività.
Decidemmo di pedinare l’uomo durante uno di questi “periodi”. Rimasi appostato per due giorni sotto la sua abitazione dalle 7 del mattino fino alle 8 di sera, come concordato con il Committente, ma del sorvegliato non vi era traccia: sembrava non uscisse mai di casa. Al terzo giorno decisi di rimanere sino a tarda notte e intorno alle 23 l’uomo finalmente si allontanò dalla propria abitazione: si recò in un locale di lap-dance che si trovava a circa mezz’ora dal suo domicilio. Più tardi entrai anch’io e fui sorpreso nel vedere il mio sorvegliato dietro al banco del dj con un microfono in mano. Scattai di nascosto delle fotografie con il mio smartphone per testimoniare il secondo lavoro svolto dall’indagato.
Stavo operando dalle 7 del mattino e dovetti attendere oltre la chiusura del locale notturno prima di sospendere la sorveglianza: l’uomo uscì dal locale di lap-dance intorno alle 5.30 e rientrò a casa un’ora più tardi dopo essersi fermato a consumare un panino e una birra presso un chiosco. Lavorai per 23 ore e mezza senza pause.

A differenza di quanto traspare dalle fiction televisive il lavoro dell’investigatore è un lavoro duro e una buona parte del tempo è costituita da noia, attese e scartoffie. La parte divertente dell’attività è residuale, ma il divertimento è assicurato!
A differenza di altri blog che circolano in rete non voglio riempirvi la testa con pesanti nozioni giuridiche che disciplinano la nostra professione o con lunghe sentenze passate in giudicato. Per quanto importanti non le ritengo necessarie allo scopo che mi sono prefissato.

In questa sede si parla di tecniche di investigazione, di trucchi del mestiere, di cosa faccia realmente un investigatore privato e di quali siano nel dettaglio i passi necessari per intraprendere questa avvincente professione.
Nel corso della nostra disamina saranno presentati casi realmente accaduti e risolti sul campo. Inutile dire che i fatti saranno alterati e i nomi totalmente inventati ai fini di riservatezza e massima tutela delle persone coinvolte.
Gli articoli saranno proposti con cadenza settimanale e riguarderanno l’intero mondo delle investigazioni private.
Se siete pronti a tuffarvi nell’universo delle indagini allora buon divertimento!

6 Commenti

    1. grazie 🙂

    1. Ciao Francesco. Benvenuto! 🙂

  1. Bellissimo è interessantissimo blog, complimenti

    1. Ciao Robert.

      Grazie mille. Mi fa piacere che il blog venga apprezzato dagli appassionati. Se ti interessa qualche argomento in particolare non esitare a proporlo, provvederò a parlarne nel limite delle mie possibilità.

      Andrea

Leave your comment

Please enter your name.
Please enter comment.

Il Blog del Detective

Un blog che si rivolge a tutti gli appassionati di questo affascinante universo. Dedicato soprattutto a coloro che intendono seriamente intraprendere la professione di detective e farne uno stile di vita.

Leggi il nostro articolo di benvenuto
Clicca qui →

Ultimi articoli