22
Ago2017

Il pedinamento a piedi: come capire se il vostro uomo è sospettoso

Come per il pedinamento in auto, anche quando è appiedato il detective si trova nella necessità di comprendere se il sorvegliato è sospettoso.

Analizziamo allora le tecniche che di solito le persone mettono in atto per controllare se sono seguite e gli atteggiamenti che l’investigatore deve assumere per cavarsela in ognuna di queste situazioni.

Come nel caso del pedinamento in macchina non sarà sufficiente una sola delle pratiche riportate di seguito ma più accorgimenti ripetuti nel tempo che, nell’insieme, faranno comprendere il livello di vigilanza del vostro uomo.

Cominciamo

1. VI OSSERVA COSTANTEMENTE

Se il soggetto si è accorto della sorveglianza vi squadra da cima a fondo ogni volta che vi trovate nella sua visuale.

Un bravo detective evita di finire nel campo visivo del soggetto, ogni volta che ciò accade deve segnare un punto in meno sulla “tabella immaginaria” del servizio che sta svolgendo.

L’investigatore sfrutta le altre persone come copertura, utilizza un ostacolo per nascondersi agli occhi del soggetto e si comporterà con naturalezza per non dare nell’occhio.

Altre volte, come già spiegato, sarà costretto ad incrociare gli occhi del suo pedinato e in questi casi dovrà comportarsi con disinvoltura spazzolando con lo sguardo il suo uomo per capire se è sospettoso.

Se ogni volta che incrociate il suo sguardo egli vi sta osservando o addirittura squadrando (come per capire se anche voi lo guardate) significa che vi ha individuato.

Questo non vuol dire che ha compreso di essere sotto la sorveglianza di un detective ma semplicemente si è accorto che c’è qualcosa che non quadra e quel qualcosa siete voi. Dovete essere bravi a intuirlo in tempo e allontanarvi per non confermare il suo sospetto.

2. SI VOLTA DI SCATTO

L’accorgimento che le persone sospettose adoperano più spesso per convalidare i loro dubbi è certamente l’atto di voltarsi di scatto all’indietro per osservare le vostre reazioni.

Valutate se l’atteggiamento viene tenuto per controllare voi (in questo caso allontanatevi perché vi ha certamente individuati) oppure ai fini di un controllo di carattere generale, indotto da un elevato livello di vigilanza della persona (che è sospettosa di chiunque).

In simili occasioni, se vi accorgete che l’uomo vi squadra da cima a fondo, vuol dire che vi ha individuato perciò abbandonate la sorveglianza oppure fatevi sostituire da un collega.

3. VI OSSERVA DALLE VETRATE DEI NEGOZI

Un detective si serve delle vetrine dei vari esercizi commerciali per osservare le mosse del proprio uomo senza essere individuato ma allo stesso modo il pedinato potrebbe mettere in atto simile accortezza. Coloro che assumono questo atteggiamento sono solitamente individui esperti e abituati ad eludere la legge o in generale le sorveglianze.

Quando il vostro uomo osserva attraverso le vetrine di un negozio valutate volta per volta se egli è semplicemente interessato agli articoli oppure se sta cercando di individuare le vostre mosse dagli specchi. Sarà sufficiente osservare il suo sguardo riflesso sul vetro per capirlo: date soltanto una veloce occhiata per non dare la certezza che lo state controllando, poi allontanatevi o fatevi sostituire.

4. CAMBIA CONTINUAMENTE ANDATURA

Per capire se controllato, il soggetto potrebbe aumentare l’andatura all’improvviso e osservare se anche voi fate la stessa cosa. Al contrario potrebbe diminuirla e poi riprendere il passo più svelto, esaminando il vostro atteggiamento.

In casi come questi l’uomo potrebbe aver ricevuto una telefonata improvvisa, oppure essersi ricordato improvvisamente di qualcosa che non ha fatto per cui velocizza l’andatura: cercate di capire di volta in volta i motivi che lo hanno spinto a diversificare il passo senza necessariamente farvi prendere dal panico.

5. CAMMINA AVANTI E INDIETRO COME PER ASPETTARE QUALCUNO

Questa è la situazione più complicata per un investigatore appiedato, anche in condizioni normali (cioè quando l’indagato non ha sospettato di nulla).

Quando il vostro uomo si ferma per aspettare qualcuno sarà propenso a guardarsi intorno, anche per noia. In questi casi nascondetevi dietro un qualsiasi riparo e cercate di mimetizzarvi nell’ambiente (può essere una colonna, un’altra persona, un’automobile) non dimenticandovi di tenere sempre d’occhio il pedinato e di comportarvi con naturalezza e disinvoltura (in poche parole non dovete far capire alle altre persone che vi state “nascondendo” dallo sguardo di qualcuno).

Può capitare però che questa accortezza venga messa in atto di proposito: il soggetto si è insospettito e vuole comprendere se lo state tenendo sotto controllo, per cui fingerà di sostare come per aspettare qualcuno (ad esempio fingendo una conversazione al telefono, facendo finta di osservare l’orologio ecc.).

Se in situazioni come questa il suo sguardo è volto per la maggior parte del tempo verso di voi significa che vi ha individuato. A quel punto aspettate qualche minuto poi allontanatevi con noncuranza oppure chiamate un collega e pregatelo di raggiungervi, successivamente allontanatevi insieme spensierati e divertiti, come se aveste avuto un appuntamento in quel posto. Così agendo dovrete abbandonare la sorveglianza ma il vostro uomo sarà più tranquillo e crederà di aver preso un abbaglio.

6. SI FERMA ALL’ANGOLO DI UNA STRADA

Una delle modalità impiegate più spesso dal pedinato (e anche la più pericolosa per un detective) per comprendere se è controllato è quella di svoltare in una traversa della via che sta percorrendo e fermarsi proprio all’angolo.

Come spiegato in un precedente articolo quando il soggetto svolta è necessario che voi aumentiate l’andatura per essere sicuri che non faccia ingresso in un civico ubicato all’angolo. Coloro che sono abituati ad eludere la legge conoscono questa accortezza e non è raro che sostino in attesa di qualcuno che piombi a precipizio nella via.

Pertanto ogni volta che giungete a un incrocio o a una possibile svolta non sterzate mai decisamente nella direzione presa dal vostro uomo ma fingete di proseguire dritto per evitare di essere individuati. Mentre attraversate l’incrocio date una rapida occhiata per capire la direzione presa dall’indagato: se lo ritrovate fermo all’angolo fate finta di niente e proseguite. Se vi segue con lo sguardo significa che vi ha individuati, per cui allontanatevi come se niente fosse e sospendete la sorveglianza.

Queste le tecniche utilizzate più spesso dai malviventi per capire se sono seguiti. Ovviamente non sarà sufficiente una sola di esse per darvi la certezza, ma una serie di questi comportamenti ripetuti nel tempo: sarà l’esperienza a donarvi la facoltà di comprendere se tali “mosse” vengono concepite contro di voi oppure sono frutto del caso.

Leave your comment

Please enter your name.
Please enter comment.

Il Blog del Detective

Un blog che si rivolge a tutti gli appassionati di questo affascinante universo. Dedicato soprattutto a coloro che intendono seriamente intraprendere la professione di detective e farne uno stile di vita.

Leggi il nostro articolo di benvenuto
Clicca qui →

Ultimi articoli