18
Lug2017

I luoghi del pedinamento in auto

Analizziamo le tipologie di strade e territori che vi ritroverete ad esplorare durante i pedinamenti.

1. CITTA’ METROPOLITANE

Per intenderci: Milano, Roma, Bologna, Torino, Firenze ecc. Senza alcuna differenza tra centri abitati o periferie ormai in quasi tutte le strade di queste grandi città la densità di traffico è consistente a qualsiasi ora (fatta eccezione da mezzanotte alle sei/sette del mattino).

Perciò in queste metropoli è necessario tallonare il vostro uomo da molto vicino e frapporre fra voi e lui al massimo un veicolo (nei centri abitati meglio nessuno).

Dovrete inventare altre strategie per evitare di essere individuati, come ad esempio collocarvi nella corsia accanto quando la carreggiata ne presenta due, oppure fermi ad un semaforo posizionarvi nella corsia accanto molto vicini al vostro uomo (in generale il muso della vostra auto all’altezza della fiancata di quella del soggetto) e quindi fuori dalla visuale dello specchietto.

Imparate a leggere nello specchietto del vostro sorvegliato: ogni persona decide l’angolazione dei vetri (sia retrovisore sia laterali) in base a come è più comodo, sarete voi a dover comprendere quando siete a rischio individuazione. L’importante è conoscere una semplice legge scientifica: a parità di luce, se dallo specchio potete osservare gli occhi del vostro uomo significa che lui può osservare i vostri. Questo discorso è sempre valido e significa che l’unico modo per non essere individuati pur riuscendo a scrutare il suo sguardo è quello di rimanere al buio. Capite bene che quando l’autovettura del vostro uomo presenta il vetro del lunotto posteriore oscurato, lui vedrà voi ma voi non potrete vedere lui. L’investigatore esperto è consapevole del rischio che questo comporta.

Chi è abituato a guidare in paesini di provincia farà fatica ad abituarsi alle grandi città, poiché le stesse sono piene di insidie: strade a tre corsie, doppi sensi di marcia, divieti d’accesso, presenza di numerosi semafori, traffico sempre intenso, cartelli stradali sconosciuti, corsie riservate per i mezzi pubblici, centri storici con accessi monitorati ecc. Perciò se non siete abituati fatelo alla svelta: salite sulla vostra auto e spendete intere giornate a guidare in uno di questi grandi centri.

In questi casi è bene eseguire il pedinamento con due operatori: entrambi in auto, oppure (meglio ancora) uno in macchina e l’altro in moto. Nel primo caso avrete l’opportunità di scambiarvi le posizioni di continuo, nel secondo l’operatore in moto raramente perderà contatto.

2. CENTRO ABITATO

A prescindere dal fatto che vi troviate in metropoli o in provincia i centri abitati sono ormai ad alta densità di traffico in quasi tutta Italia, soprattutto nell’ora di punta. Sfruttate le medesime accortezze utilizzate nelle città metropolitane: evitate di tallonare il vostro uomo da lontano e di frapporre fra voi e lui più veicoli. Utilizzate altre strategie per non essere individuati quando il traffico ve lo permette.

3. STRADE DI CAMPAGNA

Sono strade caratteristiche che di solito attraversano un’area verde, soprattutto terreni agricoli. Sono caratterizzate dalla presenza di numerose curve e presentano solitamente due corsie (una per senso di marcia) pur essendo molto strette.

Il pedinamento su queste carreggiate è semplificato dal fatto che il traffico è quasi inesistente per cui potrete tenere una considerevole distanza dal vostro uomo pur riuscendo ad osservarlo in quanto aiutati dalle curve. Tenete conto che anche lui può osservare voi ma non può farlo dagli specchietti poiché, grazie alle curve, sarete fuori dalla sua visuale.

Fate attenzione alla distanza tra voi e il vostro uomo su queste strade: per nessuna ragione deve essere inferiore ai 50 metri, a meno che non notate che la strada di campagna sta terminando per immettersi su una più grossa. In quel caso accorciate la distanza e osservate la direzione presa dal vostro uomo.

Di notte il discorso è un po’ più complesso poiché in strade simili la visione dei fari di un’auto dagli specchietti allarma qualsiasi persona, per cui dovete tenere una maggiore distanza e accorciarla solo nel caso in cui notiate che la strada di campagna giunge al termine.

Queste le tipologie di territorio maggiormente incontrate durante un pedinamento in auto. Dalla settimana prossima comincerà una serie di articoli sul pedinamento a piedi, ricca di aneddoti e fatti realmente accaduti.

4. AUTOSTRADE

Si tratta della situazione più semplice, e preferita dal detective.

In autostrada la carreggiata è spesso sgombra, la strada è dritta e perciò avrete più visuale. Questo vi permette di lasciare una maggiore distanza tra voi e il vostro uomo.

Inoltre, raramente vi capiterà di dover seguire una persona che viaggia a medie dai km/h 160 in su. Quando capita, fate attenzione a non trasformare il pedinamento in un inseguimento e fatevi aiutare dalla tecnologia Gps, oppure adottate altre accortezze.

Come già illustrato nell’articolo L’autovettura del detective munitevi necessariamente di un dispositivo Telepass, in modo da essere preparati ad ogni evenienza. Qualora il vostro sorvegliato ne fosse sprovvisto, sarà sufficiente accedere per primi all’autostrada e aspettare il passaggio del vostro uomo a lato della carreggiata.

Nelle ore critiche anche lungo le autostrade si forma la coda. In queste occasioni state vicino al vostro uomo o al massimo lasciate un’autovettura davanti a voi come copertura.

Può capitare che il vostro sorvegliato si fermi in un autogrill. Se non conoscete l’autostrada su cui state viaggiando consiglio di entrare con lui nell’area di servizio, specialmente se la stessa si trova in prossimità di un’uscita autostradale, altrimenti rischiereste di non trovare posti dove fermarvi successivamente. Se invece avete consapevolezza di quale autostrada state percorrendo, andate avanti e fermatevi alla più vicina piazzola di sosta, attendendo il passaggio dell’indagato. Questo poi dipenderà dalle esigenze dell’indagine. Per esempio: se state seguendo una persona che froda la propria ditta dichiarando più chilometri di quelli che effettivamente percorre a bordo di un’auto aziendale, è interessante capire quanto abbia speso per fare carburante prima di uscire dall’area di servizio. Oppure se state seguendo due amanti, è bene che riportiate il loro atteggiamento mentre si trovano all’interno dell’autogrill (magari il vostro indagato compra qualche “regalino” alla donna, oppure i due si tengono per mano mentre passeggiano lungo l’area di servizio).

Fate attenzione quando il sorvegliato si ferma in una piazzola di sosta. Inutile dirvi che per nessun motivo potrete fermavi nella stessa piazzola. Sorpassate il vostro uomo e attendetelo più avanti, sempre che troviate un posto per fermarvi.

Leave your comment

Please enter your name.
Please enter comment.

Il Blog del Detective

Un blog che si rivolge a tutti gli appassionati di questo affascinante universo. Dedicato soprattutto a coloro che intendono seriamente intraprendere la professione di detective e farne uno stile di vita.

Leggi il nostro articolo di benvenuto
Clicca qui →

Ultimi articoli